Il Canolo Siciliano (Ricetta e Tecnica)

Uno dei dolci più rappresentati della cultura siciliana è il Cannolo Siciliano. Una ricetta che ormai da secoli fa parte della nostra tradizione, che è una delle più antiche al mondo, e tra le più apprezzate..

Un tempo, o meglio fino a qualche decina di anni di anni addietro, veniva avvolto nelle canne da fiume per essere fritto, mentre oggi sono in metallo..

È giusto ricordare, che nasce come dolce da ricorrenza ( per festeggiare il Carnevale), mentre oggi fa parte della produzione quotidiana in laboratorio, e oltre ad essere venduto nelle nostre vetrine, viene esportato in tutto il mondo.

Caratteristiche del Cannolo Siciliano

Prodotto friabile, “sfogliato” al suo interno, con caratteristiche bolle superficiali, e gusto pronunciato,
caratterizzato da spezie (generalmente Cannella), con aggiunta di cacao,  a volte anche il caffè, diverse varietà di vini, dal bianco, al rosso, al Marsala,farcito con Ricotta di pecora, zuccherata e raffinata, a sua volta arricchita da gocce di cioccolato fondente, e rifinito con granella di pistacchio, scorza d’arancio candita, e ciliegia candita.

IMPASTO PER LA SCORZA DEL CANNOLO

1000g di Farina 00 180W
100g saccarosio
100 struttoCannolo Siciliano10 sale fino
15 cannella in polvere
15 cacao in polvere 22/24
2 vanillina
200 uova intere
200 vino bianco
25/ 30 aceto di vino

PROCEDIMENTO

Impastare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto omogeneo, coprire l’impasto e lasciare fermentare per circa 3/4 ore a temperatura ambiente ( in modo da accelerare la fermentazione alcolica, fino a notare dei puntini bianchi) , e successivamente conservare in frigo tutta la notte (12/15 ore circa), così che l’impasto riposi sufficientemente per essere laminato.
Inoltre, un impasto ben riposato darà dei risultati a livello di sfogliatura molto più soddisfacenti.
L’indomani laminare, formare, passare attorno alla canna spennellando le punte, e dunque friggere in strutto o olio di arachidi a 170/180°C. Lasciare gocciolare in carta assorbente.

N.B. Per ottenere il massimo risultato, devono essere rispettate le tempistiche relative alla fermentazione dell’alcol, e far si che l’impasto già stressato al momento della lavorazione, si rilassi così da essere facilmente lavorabile, e che non tenda dunque a ritirarsi. È essenziale utilizzare ricotta di pecora fresca, ben asciutta, impastata con 35/45% di zucchero, ( se è ben asciutta possiamo utilizzare la percentuale massima, viceversa, la minima di zucchero), e raffinare il tutto con un setaccio, o una raffinatrice a setaccio meccanica. Inoltre l’impasto sovra essere lavorato preferibilmente con la sfogliatrice, a circa 1mm di spessore.

È a mio avviso sconsigliata la laminazione a mano, perché soggetta a troppo movimento, e il prodotto potrebbe risultare legnoso.

Una volta pronta la cialda, il cannolo potrà essere farcito con ricotta, gocce di cioccolato, canditi e granella di pistacchio, con una leggera spolverata di zucchero.

 

Verum

VERUM

Fragranza che presenta una sapiente miscela di base all’aroma di agrumi con un accordo marino, un cuore che richiama le foglie di alloro e gelsomino e con note di fondo di Legno di Guaiac, Patchouli, muschio di Quercia con accordo di Ambra Grigia.

Piramide olfattiva

Note di Testa: Pompelmo, Mandarino, accordo marino;

Note di Cuore: foglie di Alloro, Gelsomino;

Note di Fondo: legno di Guaiac, Patchouli, muschio di Quercia, accordo di Ambra Grigia.

×
Perfectu

Perfectu

Profumo singolare nel quale si mescolano note fresche grazie all’intreccio di agrumi e menta piperita, note floreali e speziate date dalla combinazione di rosa, cannella e spezie, e note di fondo che ricordano legni caldi, cuoio biondo, Patchouli, Ambra ed una firma conclusiva di cuoio dolce.

Piramide Olfattiva:

Note di Testa: Mandarino sanguigno, Pompelmo, Menta piperita;

Note di Cuore: Assoluto di rosa, Cannella, Spezie;

Note di Fondo: Cuoio biondo, Patchouli, Legni bianchi, Ambra.

×
Dulcis

Dulcis

Fragranza irresistibile e sensuale che si apre con l’essenza dolce, mielosa, dalle sfaccettature metalliche e speziate di Neroli, con note centrali di fiori d’arancio e gelsomino Stephanotis, il fiore della felicità. Lascia una scia di legno di cedro e Musk che rivelano l’essenza della femminilità.

Piramide Olfattiva

Note di Testa: Neroli;

Note di Cuore: fiori d’Arancio, Gelsomino Stephanotis;

Note di Fondo: Legno di Cedro, Musk.

×
Floridis

Floridis

Profumo femminile che combina note fruttate e floreali di pesca e rosa combinate con l’essenza di muschio e ambra e con note di fondo al sandalo e patchouli.

 

Piramide Olfattiva

Note di Testa: rosa e pesca;

Note di Cuore: note muschiate e ambrate;

Note di Fondo: sandalo e patchouli.

×
PHALAENOPSIS

PHALAENOPSIS

Originaria dell’Asia e degli arcipelaghi dell’Oceano Pacifico e dell’Oceano Indiano, il nome phalaenopsis deriva dal greco e significa “simile alle farfalle”. Più comunemente chiamata orchidea, è una pianta molto antica che assume svariati significati. Il principale dei significati rappresenta eleganza e sensualità, ma anche lusso, fascino e passione. In Oriente, simboleggia perfezione e purezza e per questo, viene spesso donata ai bambini.

×
ROSA

ROSA

La rosa è un fiore originario dell’Europa e dell’Asia, appartenente alla famiglia delle Rosaceae. La rosa è il fiore simbolo dell’amore, della devozione, della bellezza e della perfezione. E’ il classico fiore da donare per qualsiasi evento, ed ogni varietà comunica un particolare messaggio. La rosa color porpora, ad esempio, è simbolo di amore eterno, la rosa arancione comunica fascino e seduzione, invece la rosa rosso fuoco rappresenta la passione.

×

VERUM

Fragranza che presenta una sapiente miscela di base all’aroma di agrumi con un accordo marino, un cuore che richiama le foglie di alloro e gelsomino e con note di fondo di Legno di Guaiac, Patchouli, muschio di Quercia con accordo di Ambra Grigia. Piramide olfattiva Note di Testa: Pompelmo, Mandarino, accordo marino; Note di Cuore: foglie di Alloro, Gelsomino; Note di Fondo: legno di Guaiac, Patchouli, muschio di Quercia, accordo di Ambra Grigia.